CHI E’ ANNALISA GIORDANO

Ideatrice del progetto Healthy Italy (Italia in Salute), la Dottoressa Annalisa Giordano si occupa da anni di nutrizione e dietetica in qualità di nutrizionista biologa.

E’ esperta di alimentazione e cucina naturale e preventiva modelli di cura integrata mente-corpo.

La dottoressa si occupa, inoltre, di alimentazione adiuvante in oncologia secondo i protocolli messi a punto all’Istituto dei Tumori di Milano.

LA MIA STORIA

Sono Annalisa Giordano, una biologa nutrizionista, anche se preferisco definirmi “Health Trainer” (allenatore della salute) poiché il mio scopo è quello di aiutare le persone a prendersi cura della propria salute tout court. Sono nata e cresciuta a Salerno in Campania, patria del buon cibo, di antiche tradizioni e paesaggi mozzafiato.

LA MIA FORMAZIONE E LA NASCITA DI UNA PASSIONE

Durante i miei studi all’Università Federico II di Napoli

UNINA

ho  avuto la possibilità di partecipare a numerosi progetti di ricerca con gruppi prestigiosi prima all’ Istituto di Genetica e Biofisica (IGB) al CNR di Napoli

download (1)

poi al CEINGE, un rinomato consorzio di ricerca situato all’interno del II Policlinico

ceinge

 

Al CEINGE, subito dopo una laurea definita “brillante”, sono stata assunta per collaborare a nuovi progetti internazionali finanziati dall’ AIRC (Associazione Italiana per la ricerca sul cancro), occupandomi in particolare di epigenetica e biologia molecolare in oncologia e neuroscienze

airc

“Tra un esperimento e l’altro trascorrevo il poco tempo libero a leggere articoli e libri di nutrizione e psicologia. Non riuscivo proprio a capire perché fosse così difficile controllare il proprio rapporto con il cibo!

In più, ero praticamente certa che le   proprie    scelte   quotidiane -come mangio, come vivo, come penso- fossero di gran lunga più ‘pesanti’ della genetica nel definire il delicato equilibrio tra salute e malattia”

Intanto il mio interesse verso l’influenza degli stili di vita, dei fattori psicosociali ed ambientali si faceva sempre più forte ed evidente tanto che già prima di abbandonare una strada che sembrava ormai spianata mi ero abilitata alla professione di biologo ed  avevo seguito il mio primo Master in Nutrizione Umana e Dietetica

onb

Rientrata nella mia città ho continuato a seguire il bisogno di capire ed approfondire scegliendo di partecipare ad un Master annuale in psicologia “Modelli di cura integrata mente-corpo” presso una pionieristica scuola di specializzazione il CIPPS (Centro Internazionale di Psicologia e Psicoterapia Strategica)

download

Contemporaneamente ho collaborato al progetto regionale Crescere Felix con il SIAN di Salerno (Servizio di Igiene degli alimenti e della nutrizione ASL Sa) ed ho avviato il mio studio privato.

crescere felix

 

MILESTONES

Negli anni ho continuato a muovermi su e giù per l’Italia aggiungendo nuovi tasselli alla mia formazione tra corsi caratterizzanti, congressi, convegni, seminari e corsi di cucina.

“Credo che un professionista non possa mai smettere di studiare!”

Tuttavia, se mi si chiede quali siano state le pietre miliari della mia carriera finora posso indicare senza indugio tre momenti fondamentali

IL DISTACCO DAGLI SCHEMI CLASSICI

Gli studi in psicologia,  un ambiente nuovo e diverso, e l’interazione con due straordinari maestri, gli attuali direttori del CIPPS, diventati col tempo miei cari amici, pionieri di un approccio d’intervento che fonde la dimensione del corpo e della mente,  mi hanno aiutata a sviluppare un quadro di lettura più ampio dell’uomo dei suoi limiti e delle sue risorse, leva fondamentale per qualsiasi cambiamento duraturo.

Da questo momento in poi ho iniziato ad approfondire la psicogenomica, la psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI) e la psicosomatica.

LE GIORNATE IN CUCINA ALLA CASCINA ROSA E LA SCOPERTA DEI PROGETTI EPIC, StuDia, DIANA e MeMeMe

Ero in senologia all’Ospedale Ruggi d’Aragona quando ho incontrato per la prima volta  l’Associazione Angela Serra per la Ricerca sul Cancro di Salerno (“Luana Basile”) con cui ho iniziato immediatamente a collaborare.

Ricerca-Cancro-Salerno-300x226

Grazie all’Associazione Angela Serra, oltre a stupirmi della straordinaria rete di aiuto e solidarietà che poche persone insieme sono in grado di tessere, ho avuto la fortuna di visitare per la prima volta la Cascina Rosa dell’Istituto Nazionale dei Tumori (INT) di Milano

diana 5

Torno spesso a Milano dove, tra l’altro, ho avuto modo di apprendere i protocolli adiuvanti in oncologia ed affinare le mie attuali conoscenze nel campo della macrobiotica, dell’alimentazione e della cucina naturale e preventiva seguendo anche  un corso intensivo di cucina naturale

 

L’AMORE E L’INCORAGGIAMENTO COSTANTE DELLA MIA FAMIGLIA

Mia madre è di sicuro la mia più grande sostenitrice e credo davvero che la fiducia incrollabile dei miei familiari sia stata la spinta più forte e preziosa per andare avanti con tenacia e determinazione.

 

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

Oggi oltre ad offrire consulenze presso varie sedi, collaboro a numerosi progetti, sono docente di un Master in Dietetica e Psicologia della Nutrizione.

Sono nutrizionista del Servizio di Nutrizione Strategica per l’integrazione Mente-Corpo, che ho contribuito a progettare e porre in essere con due talentuose colleghe psicologhe;

Collaboro con varie associazioni ed enti di formazione tenendo seminari, corsi e workshop e partecipo ed organizzo corsi di cucina e showcooking strutturati per sostenere praticamente i cambiamenti delle proprie abitudini alimentari.

Inoltre, presso l’Ospedale di Salerno San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona collaboro presso vari ambulatori ed in particolare con il Day Hospital (DH) oncologico e con l’Unità Senologica (Breast Unit) dove, proprio grazie all’Associazione Angela Serra, ho avuto la modo di realizzare uno dei miei più grandi obiettivi: avviare un Ambulatorio di Nutrizione Preventiva ed adiuvante in Oncologia secondo i protocolli del progetto DIANA.